ATM: che simpatici umoristi (2 dicembre 2003)

Max Pola:
Premessa per chi stamattina non era a Milano: Nel capoluogo lombardo anticipata l'agitazione che doveva scattare dalle 8,45: tutti fermi dalle 5,30. Assalto ai taxi, traffico in tilt. La protesta per il contratto, stop a scacchiera nelle città.
I sindacati: Adesioni al 100% (Repubblica)
Migliaia di milanesi e pendolari che ogni mattina raggiungono la città per lavoro sono bloccati per l'anticipo dello sciopero dei mezzi pubblici previsto invece dalle 8,45 alle 15. Nelle stazioni delle metropolitane, in particolare quelle terminali e dove ci sono i parcheggi per chi giunge da fuori città, il numero dei passeggeri esasperati è molto elevato e in parecchi stanno intasando anche il centralino dei Carabinieri per protestare. (repubblica)
9.57 - Lo sciopero dei trasporti a Milano sta mandando in crisi anche la centrale operativa del 118. Decine le chiamate di persone che questa mattina dovevano ricoverarsi o effettuare dialisi e che si sono rivolte al 118 per poter raggiungere gli ospedali. Abbiamo istituito 5 mezzi aggiuntivi - spiega Carlo Fontana, responsabile del 118 milanese - ma per noi è impossibile soddisfare tutte le richieste e per questo diamo alle persone che ci chiamano i numeri delle varie associazioni che sono a loro volta in difficoltà. Inoltre le 21 ambulanze operative questa mattina hanno molte difficoltà a raggiungere i luoghi di destinazione. A causa della congestione delle vie cittadine, al momento, comunque, non sono stati registrati casi limite. (repubblica)

E io? Fantastico! Esco di casa alle 8.10 sperando di arrivare in ufficio prima dell'inizio dello sciopero...
Mi chiama Sara dicendomi che la metro non c'è e che non riesce ad arrivare al lavoro. Ebbene lo sciopero era già cominciato e la strada sotto casa mia era bloccata...
Riesco a partire con la macchina, la gente è incazzata suonano tutti, ti si buttano davanti, ti sfiorano gli specchietti e si attaccano al clacson. Tutto bloccato, non ci si muove. Provo strade alternative. Un'ambulanza è bloccata.
Tutto bloccato, ma devo fare 5 metri (davvero solo cinque) di circonvallazione. Ci metto 20 minuti.
Arrivo a Rozzano (sì, era l'unico modo per non rimanere imbottigliato... un sacco di km in più ma meno traffico) e la strada è chiusa per lavori!!! Deviazione (breve per fortuna). Arrivo al pacheggio alle 09.55. Parcheggio pieno, la lascio in culo al mondo.
Saltata la riunione delle 10, saltata la riunione delle 16 (causa sciopero, non ce la faccio a venire da voi), forse devo prendere un'ora di permesso... ma per chi?
Dichiarazioni alla radio: abbiamo anticipato perchè esasperati. E' il 7° sciopero che facciamo e non è cambiato nulla buona idea, penso, rifare lo stesso errore per l'ottava volta (come quelle mosche che non riescono a uscire dalla stanza e continuano a sbattere contro le finestre chiuse). Facciamo turni massacranti di 7 ore e mezza... ma dai? 7ore e mezza? poverini!!! Pensa a quei poveri controllori che per sette ore e mezza devono girare sui mezzi! Poverini... e io fortunato che me ne sto seduto in un ufficio caldo per nove ore al giorno...
Interviene un ascoltatore: se vogliono fare lo sciopero ci facciano viaggiare gratis!... un po' scontata ma in fondo vera! Se dopo 7 scioperi come questo non cambia nulla!!!
Ora, mi auguro solo una cosa: che quell'ambulanza stesse andando dalla mamma di uno degli scioperanti e che arrivi troppo tardi...
Scusate... troppo cattivo? magari poi mi passa...
E agli altri milanesi com'è andata?

Max Pola:
Aha! aggiungo sempre per chi anche ieri non era a Milano...
Domenica 30 novembre blocco del traffico per l'elevato livello di inquinamento. Macchine ferme ieri e oggi ingorgo con migliaia di auto bloccate.
Una bella presa in giro...

Zittiana Pratolini:
Oggi uggioso lunedì lavoro dalla del monte, già questo da solo potrebbe compromettere l'umore di un'intera settimana
Esco con mia sorella Ada alle 08.25: percorso stimato via Dini-Famagosta 10 minuti di buona lena, lo facciamo d'abitudine aiuta a contenere il sovrappeso , poi prendiamo l'ultimo metrò, bella.
Una cippa, andiamo a comprare i biglietti e la cartolaia amica ci dice che gli zelanti studenti che passano lì davanti arrivano trafelati e incazzati, l'edicolante che è uno che ne sa ci dice la cruda realtà
Andiamo a casa a prendere la macchina, mentre già pregusto il sorriso disincantata dell'usiliario della sosta che cura la zna Boccaccio-Cadorna.
In quella, ore 8.40 circa, chiama mia sorella Laura da Rozzano-city, evidentemente non conscia della catastrofe "vi accompagno io tanto devo passare da casa e per andare a lavoro passo dal centro, 10 minuti e sono lì...", arriva alle 9.20, mia madre intrsa di saggezza popolare fa un caffè. Partiamo. Ebbene, adesso non so quanti di voi non abbiano chiara la distanza fra via dini e XXIV Maggio, ma tutti sappiano che è un percorso da 10 minuti un quarto d'ora se ti va di sfiga, ebbene dicevo alle ore 10.45 sono stata scaricata da un'auto disperata in via Conca del Naviglio (=darsena), a piedi varcavo la siglia dell'ufficio alle 11.15. Con un elenco di incombenze inderogabili che uggiolava dalla mia solitaria scrivania...
Buona settimana a tutti!

Leftover:
caro omonimo, cari concittadini
siamo ancora tutti belli tesi per questo lunedì mattina apocalittico. ma le parole sono pietre e non credo sia il caso di scagliarle sui dipendenti ATM.
domanda: siamo tutti di sinistra fino a quando non ci vengono a rompere le balle direttamente ed i nostri tanto cari equilibri quotidiani scricchiolano?
ricordiamoci che l'obiettivo degli scioperi è creare disagio (e ci sono riusciti bene) e che le rivendicazioni non sono esattamente quelle che racconti tu (a meno che la fonte sia "Il Giornale").
il vostro amato sindaco Albertini sta da anni strumentalizzando l'ATM nel tentativo di demolire un meccanismo democratico di mediazione sindacale noto come "concertazione", che piace poco ai padroni e tanto ai proletari (me, te ed i dipendenti ATM)
la tecnica è semplice: esasperare le maestranze costringendole a gesti eclatanti ed impopolari. in modo da portare l'opinione pubblica dalla propria parte

Irene
Condivido pienamente Tabogs, pensa e me che non posseggo un'autovettura e lavoro in via novara e poi dimmi...
mi sono recata, alle 8.10 alla stazione di pasteur, sapendo che lo sciopero iniziava alle 8.45 e la metro era sprangata. Naturalemnte non è che fossi esattamente l'unica a dover andare a lavorare...tutti in massa ci siamo poi recati a piedi a Loreto- notare che era anche in corso una specie di acquazzone - con la labile speme che la metro la fosse aperta (NESSUNO sapeva dello spostamento d'orario dello sciopero), a me è andata relativamente bene, ho chiamato la mia responsabile che mi ha detto di chiamare la mia capa di comunicazione che sarebbe passata da buenos aires...così, a spintonate tra la folla e gli ombrelli (buenos aires sembrava un sabato pomeriggio con gli sconti) mi sono recata all'incrocio con via tunisia dove ho aspettato circa 20 min sotto l'acuq (la tipa ci ha messo 3 quarti d'ora da corso 22 marzo)...
Ora, scioperare è un diritto conquistato col sangue, ma devo proprio ammettere che i lavoratori dell'ATM ne stanno, ormai da parecchio tempo, allegramente abusando.
1) chi sa quali sono le ragioni dello sciopero, NEL DETTAGLIO? sul sito dell'atm c'è il silenzio, sui cartelli che avvisano lo sciopero in metro c'è scritto qualcosa di vago tipo "rinnovo contratto", quali cazzo sono le ragioni per cui si permettono di paralizzare una città, e dei lavoratori COME LORO? E fa niente se IO o altri 500.000 stronzi fanno tardi o non vannoal, MA CHI DEVE ANDARE IN OSPEDALE? Spero per loro essere delle gravissime ragioni...perchè nessun'altro lavoratore si può permettere questi privilegi...
2) Oltre a essere dannosi, sono anche inconcludenti. Mettendo in difficoltà la città non mettono in difficoltà l'ATM, (infatti i continui scioperi non stanno evidentemente portando a niente) anch'io concordo, sciopero DEI BIGLIETTI, ma non è elementare???

Qui non è questione di essere di dx o sx, davvero (anche se in fondo sappiamo che taboga è dei nostri ;), ma di puro e semplice buon senso
A prop. i mezzi stanno circolando adesso? sai com'è non vorrei pagare 30 euro di taxi...

 
   
 


Chi siamo     Contatti     Lavora con noi     Partner     Pubblicità

© 2004 - Max Pola Inc.